Il programma nazionale 2016 della UN.I.COOP. ha l’obiettivo di evidenziare i comportamenti e le scelte operative in grado di portare miglioramento al sistema della Pesca e dell’Acquacoltura italiana, per poi accompagnare gli operatori a sceglierli e ad attuarli.

Abbiamo finora detto che il nostro settore può rialzarsi solo attraverso un cambiamento di metodo che dovrà investire tutti i giocatori in campo, sia nazionale che internazionale, secondo sistemi di cooperazione verticale (Europa, Paesi, Regioni e Territori) e orizzontale (produzione, distribuzione, logistica, ricerca, pubblica amministrazione).

Questa pubblicazione è uno strumento di lavoro poiché contiene l’idea progettuale e le soluzioni operative relative alla realizzazione del modello di aggregatore-accelerazione di processi imprenditoriali, che favorisce la realizzazione della sostenibilità economica delle cooperative della Pesca, così come prospettata dal Regolamento (UE) n. 1380/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013, documento normativo su cui si basa la nuova politica comunitaria della pesca. Il nostro lavoro è stato progettato per proseguire e ampliare la sperimentazione di un modello di centro polifunzionale di servizi integrati per le cooperative della Pesca, conclusa l’anno scorso in Sardegna, nella marineria di Oristano. Il nuovo intervento ha capitalizzato le analisi fatte in precedenza in Sicilia, presso la Marineria di Catania, da cui sono stati ricavati dati economici e finanziari delle nostre cooperative.

Pubblicazione