L’UN.I.COOP., Unione Italiana Cooperative, viene costituita a Roma nel novembre 1999 ed ottiene, ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del D.Lgs. 2/8/2002 n. 220, ufficiale riconoscimento giuridico con decreto del Ministro delle Attività Produttive del 7/5/2004, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27/05/2004 n. 123.

L’UN.I.COOP. nasce per iniziativa di cooperatori romani e palermitani il cui obiettivo è stato quello di offrire alle cooperative libere un preciso punto di riferimento nel quale i valori della cooperazione sono un patrimonio di tutti e non soltanto di coloro che si identificano in un determinato schieramento politico.

Il suo primo Presidente Nazionale è stato Francesco Dello Russo di Roma.

La felice intuizione  dei costituenti nonché il lavoro costante, serio e professionale delle strutture territoriali dell’UN.I.COOP. hanno contribuito in modo significativo alla crescita numerica delle cooperative associate come di seguito evidenziate:

dal 1999 al 2004 n° 1339

dal 2004 al 2009 n° 2888

dal 2008 al 2014 n° 4397

dal 2014 al 2017 n° 5556

Mission

L’UN.I.COOP. crede nelle “piccole e medie” cooperative, che nascono e crescono quali occasioni concrete di lavoro, di promozione del territorio, di suddivisione dei compiti all’interno del gruppo sociale di riferimento.

Per l’UN.I.COOP., la cooperazione resta un modello di società ideale, che va difeso, valorizzato e sistematicamente perseguito.

È questo il motivo principale per il quale viene attributo al fattore umano il valore di perno essenziale dell’esperienza cooperativa, considerando lo stesso, in quanto detentore di intelligenza autonoma, la principale risorsa del vantaggio competitivo. Pertanto la UN.I.COOP. intende sviluppare un modello di impresa economica sulla base di esigenze di persone che vogliono beneficiare dei servizi di imprese cooperativistiche, che “siano centrati sulle persone”, che facciano riferimento allo stesso spirito associativo del cristianesimo per soddisfare le esigenze della gente.